Vallecrosia PDF Stampa E-mail
Altitudine 5 m s.l.m.
Abitanti 7.220 (Istat 31.12.07)
Superficie 3,55 km
Frazioni: Vallecrosia Alta
Comuni confinanti: Bordighera, Camporosso, San Biagio della Cima, Vallebona.
Vallecrosia è ubicata lungo la Strada Provinciale (già Strada Statale) 1 Aurelia, presso la foce del torrente Verbone, detto anche Crosia.
Reperti archeologici portano gli storici ad affermare che la fondazione del borgo risalga all’epoca romana. Molto probabilmente l’antica Albintimilium, oggi Ventimiglia, si espanse per il crescente sviluppo demografico.
 Vallecrosia Alta fu costruita per meglio difendersi dalle frequenti invasioni saracene.
Nel Medioevo si sottomise al volere di Ventimiglia, condizione confermata anche dopo il 1251 quando i Conti di Ventimiglia si sottomisero alla Repubblica di Genova.

 “ Il 21 aprile 1686, a Bordighera, nell’Oratorio di San Bartolomeo, i deputati eletti procederono alla stesura dell’atto di fondazione della “MAGNIFICA COMUNITA DEGLI OTTO LUOGHI” e dei capitoli del buon governo. Dopo quasi due secoli di lotta tra incomprensioni, angherie, inadempienze e un’infinità di gabelle su tutte le produzioni: grano, nocciole, vino, pesce e legumi, passando attraverso insurrezioni armate con numerosi morti, i villani o villici, abitanti delle ville, cioè dipendenze rurali di Ventimiglia: Bordighera, Borghetto San Nicolò, Camporosso, San Biagio della Cima, Sasso, Soldano, Vallebona, Vallecrosia, formarono una piccola Repubblica con un parlamento centrale ma ciascuna con la propria amministrazione comunale, economicamente autonoma, seppur legata politicamente a Genova ed ascritta al capitanato Intemelio. La Magnifica Comunità degli Otto Luoghi durò oltre un secolo”.



Principali monumenti e luoghi da visitare: due delle antiche cinque torri d’avvistamento dei saraceni; Chiesa di San Rocco; Santuario di Maria Ausiliatrice; Chiesa di Sant’Antonio abate.